http://i-think-italia.it/category/magazine/globuliverdi/

Auto ecologiche, in Italia siamo ancora fermi ai box

14/02/2013

Auto ecologiche, in Italia siamo ancora fermi ai box-1

In Italia le auto alimentate con carburanti alternativi sono una quota marginale del parco automobilistico circolante composto per la quali totalità da vetture non ecologiche. Per l’esattezza il 93,4%.

La stima è di Federpneus (Associazione Nazionale Rivenditori Specialisti di Pneumatici), che ha elaborato dati Aci, secondo cui nel nostro Paese su poco più di 37 milioni di auto circolanti, quelle a benzina o a gasolio sono 34.648.058. Il restante 6,63% del parco è costituito da auto ecologiche, alimentate a metano, gpl o elettriche: in particolare, le vetture alimentate a gpl in Italia sono 1.776.255 (il 4,78% del totale), quelle a metano sono 680.994 (1,84%) e quelle elettriche sono 1.916 (0,01%). Osservando i dati su scala regionale, il podio delle regioni più ecologiche spetta all’Emilia Romagna (15,55%), seguita da Marche (14,09%) e Veneto (9,08%).

Dati significativi che dimostrano come in realtà esista un mercato potenziale per i veicoli eco-compatibili abbastanza ampio, ma sia necessario lavorare, anche con incentivi alla riconversione della filiera produttiva e all’acquisto di vetture con carburanti alternativi, per fare del tema della mobilità eco-friendly una priorità di un’ampia porzione della popolazione.

Intanto Federpneus ci dà un interessante consiglio per rendere la nostra vettura alimentata in modo tradizionale un po’ meno inquinante. Il segreto è nei pneumatici: controllare che siamo gonfiati alla giusta pressione, cioè quella indicata dal costruttore nel libretto di uso e manutenzione del veicolo, può aiutare l’ambiente riducendo le emissioni di CO2.