http://i-think-italia.it/category/magazine/inmeritoaldomani/

Comunicare la scienza, l’esempio di Science Work for U.S.

06/12/2012

Comunicare la scienza, l’esempio di Science Work for U.S.-1

Negli ultimi mesi l’agenda politica del paese è stata caratterizzata da numerose discussioni su salute e ricerca medico-scientifica, soprattutto in relazione ai numerosi tagli economici che il Governo ha apportato in risposta crisi economica che ha colpito l’Europa e l’Italia.

Ma, se da un lato risulta lodevole il tentativo del Governo di ridurre e stabilizzare il mostruoso deficit di bilancio che penalizza il nostro Paese, cercando di mettere in atto misure capaci di ristimolare la crescita economica e creare nuovi posti di lavoro. Dall’altro, dispiace notare come l’Esecutivo non abbia deciso di puntare con forza nei settori della ricerca e dell’innovazione tecnologica, notevolmente penalizzati, invece, da “tagli lineari” e indiscriminati.

I-think, dalla sua fondazione, ha cercato di stimolare la politica italiana riguardo l’importanza delle materie scientifiche e tecnologiche, provando a far emergere sempre l’indiscusso peso della scienza nel migliorare la vita delle persone e creare presupposti innovativi per lo sviluppo del paese.

Lo stesso tentativo è portato avanti in America da Science Work for U.S., un progetto costituito da Association of American Universities (AAU),  Association of Public and Land-grant Universities (APLU) e The Science Coalition (TSC).

L’obbiettivo di Science work for US è quello di evidenziare il tremendo impatto che i tagli finanziari, posti in essere dal Governo, hanno sulla ricerca scientifica, e la stretta relazione dei tagli con la vita dei cittadini americani.

Sul sito è possibile monitorare costantemente i fondi messi a disposizione della ricerca scientifica da parte di ogni stato e verificare quali sono le strutture adibite alle attività di ricerca. Si trovano, inoltre, notizie scientifiche, comunicate sempre in modo semplice e innovativo, soprattutto attraverso l’utilizzo di video e infografiche.

Si tratta di un esempio eccellente di divulgazione scientifica che potremmo definire anche culturale, che mira ad una sensibilizzazione sociale e allo stesso tempo politica.

Risulta fondamentale che questi temi diventino asset strategici per il futuro, e per farlo è necessario, non solo un progetto politico lungimirante, ma un cambiamento culturale che parta da un differente modo di comunicare la scienza e l’innovazione, che ne faccia emergere l’importanza e il peso concreto in relazione alla qualità della vita delle persone.