http://i-think-italia.it/category/magazine/dirittialfuturo/

Donna, scienziata, premio Nobel: Rita Levi-Montalcini, un esempio per il paese

31/12/2012

Donna, scienziata, premio Nobel: Rita Levi-Montalcini, un esempio per il paese-1
Un inestimabile patrimonio intellettuale e sociale, questo è ciò che ci lascia Rita Levi-Montalcini, la “Signora della scienza italiana”: così come l’ha definita il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Una donna, una scienziata, vincitrice di un premio Nobel per la medicina nel 1986, una Senatrice a vita. Rita Levi-Montalcini è stata una persona dell’estrema libertà intellettuale, una donna che, con costante impegno, è riuscita a farsi spazio in un mondo prevalentemente al maschile.
Rita Levi-Montalcini è un esempio. E’ l’esemplificazione di un impegno in favore dell’uguaglianza, dei giovani, della ricerca e del merito.
Tra le innumerevoli conquiste della sua vita in favore di scienza e ricerca, c’è L’EBRI (European Brain Research Institute), da lei fondato con l’obiettivo di destinare una quota di risorse pubbliche per la ricerca ai migliori giovani scienziati con meno di quarant’anni, selezionati da una commissione internazionale.
L’EBRI si dedica principalmente allo studio del cervello, quello stesso studio che portò Rita Levi-Montalcini ad uno dei più grandi successi della sua vita: il Nobel per la scoperta del Nerve Growth Factor, fattore di crescita del tessuto nervoso, proteina segnale coinvolta dello svilippo del sistema nervoso.
Portavoce di battaglie sui diritti delle persone come quella negli anni ’70 in favore di una regolamentazione dell’aborto, Rita Levi-Montalcini non ha mai fatto mancare il suo impegno sociale nell’affermazione di principi e valori di inestimabile levatura intellettuale.
Di sé diceva nel suo libro La clessidra della vita “Malgrado l’età io non vivo nel passato, ma nel futuro!”. Un approccio umano e culturale, questo, che dovrebbe diventare insegnamento per l’intero paese, rendendo, l’intero sistema, capace di essere più innovativo, competitivo e attento ai brillanti cervelli che troppo spesso lasciamo fuggire all’estero.
In questo video un suo ricordo, Rita Levi-Montalcini a colloquio con otto ricercatrici.