http://i-think-italia.it/category/magazine/macroscopio/

E-health per una sanità proiettata al futuro

29/01/2013

E-health per una sanità proiettata al futuro-1

Come possono le Information and Communication Technology (ICT) aiutare i cittadini a migliorare le loro condizioni sanitarie per costruire un’Europa più sana? I dati demografici mostrano una popolazione europea in continuo aumento e in progressivo invecchiamento. Viviamo più a lungo e consumiamo  sempre più  servizi sanitari e risorse. La maggior parte delle persone scelgono le città come posto per vivere e lavorare. Proiezioni di crescita indicano che, di questo passo, il numero di operatori sanitari non riuscirà a soddisfare le esigenze di una domanda di servizi in continua crescita, a meno che la maggioranza dei lavoratori non scelga una carriera nel campo della salute. Le ICT possono essere una soluzione efficace a questi problemi: contribuendo a colmare il divario tra domanda e offerta, aiutano a migliorare la qualità dei servizi, ad aumentare l’accesso dei cittadini e a consentire nuove innovazioni a costi inferiori.

Certificati on line, ricette elettroniche, cartella clinica digitale: sono molte le novità che, anche in Italia, l’applicazione delle nuove tecnologie porterà nella Sanità. Ma qual è la situazione nel nostro Paese? E siamo o meno, in questo campo, al passo con l’Europa? Per fotografare lo stato dell’arte italiano della Sanità elettronica e rapportarlo alla situazione europea,  la Fnomceo (Federazione nazionale dell’ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri), tramite i suoi rappresentanti in seno alla Uemo (Unione europea dei medici di medicina generale), ha aderito al progetto ‘Smart, finanziato dall’Unione Europea e finalizzato a misurare il ruolo e l’uso dell’ICT e della Sanità elettronica tra i medici di medicina generale in Europa.

La prima fase, con la compilazione di cento questionari pilota, si è conclusa lo scorso settembre. Si entra ora nel vivo del progetto: sono 400 i Medici di medicina generale che, per l’Italia, parteciperanno all’indagine. È possibile avanzare la propria candidatura scrivendo all’Ufficio Estero della Federazione. La fotografia che si otterrà a fine progetto potrà essere presentata presso le opportune sedi istituzionali, a sostegno delle richieste che i professionisti del settore manifesteranno, per un utilizzo sempre più efficiente ed efficace delle nuove tecnologie in Sanità.

Il tema della sanità in rete è da tempo al centro di numerose azioni a tutti i livelli: europeo, nazionale, regionale e locale, finalizzate alla diffusione dell’eHealth – questo il nome delle ICT applicate alla sanità – quale strumento abituale per operatori, pazienti e cittadini per il miglioramento della qualità dell’assistenza e della produttività del settore sanitario.

Tali azioni sono fondamentali per creare i presupposti per la realizzazione di una eHealth Information Strategy a livello di sistema Paese che abbia una regia unitaria. L’obiettivo principale della strategia è assicurare uno sviluppo armonico, coerente e sostenibile dei sistemi informativi sul territorio, affinché siano in grado di supportare le finalità di Governo del SSN e cura del paziente, con livelli di interoperabilità crescenti.

Tale strategia trova la sua naturale collocazione nell’ambito del Nuovo Sistema Informativo Sanitario (NSIS).