http://i-think-italia.it/category/magazine/globuliverdi/

Fotovoltaico, una soluzione intelligente che fa bene all’ambiente

20/02/2013

Fotovoltaico, una soluzione intelligente che fa bene all’ambiente-1

Basterebbe una porzione insignificante della superficie terrestre, poco meno dell’1%, per produrre l’energia fotovoltaica necessaria a soddisfare il fabbisogno mondiale di elettricità previsto nel 2050. Il rapporto ‘L’Atlante del Fotovoltaico’ presentato dal WWF al recente World Future Energy Summit di Abu Dhabi si conclude con questa ottimistica e per alcuni versi sorprendente affermazione, frutto di un’indagine realizzata in collaborazione con tre aziende del settore (First Solar, 3TIER e Fresh Generation), che hanno incrociato i dati raccolti in sette aree di studio tra Indonesia, Madagascar, Messico, Marocco, Sud Africa, Turchia e sub-continente indiano.

Lo studio sottolinea inoltre che la sostituzione della rete elettrica esistente con pannelli solari ridurrebbe le emissioni di gas a effetto serra e di metalli pesanti, ma anche il consumo idrico, e comporrebbe notevoli benefici a breve termine sia sul piano economico che ambientale. L’energia prodotta sarebbe pulita e disponibile per tutti a prezzi molto più vantaggiosi anche nei Paesi poveri, grazie alla creazione di una rete di mercato che faccia il miglior uso delle risorse disponibili nelle diverse aree del pianeta. Ma il WWF nel suo rapporto ricorda anche che per liberare la Terra è necessario mettere un freno allo spreco di cibo e al consumo superfluo, scegliere alimenti prodotti in modo sostenibile, puntare sulla produzione di biocarburanti e sul riciclo; incentivare l’uso dei mezzi pubblici e la ricerca sull’alimentazione di navi e aerei a idrogeno.

Obiettivi che al momento appaiono lontani ma non impossibili da raggiungere. L’esempio viene dalla Danimarca: già leader nella produzione di eolico,il governo danese ha annunciato che entro il 2050 l’intera produzione energetica deriverà da fonti rinnovabili, vento e biomasse su tutto. E l’Italia?

Secondo le cifre fornite dal Gse a inizio 2012 sono circa 350mila gli impianti a energia solare installati sul territorio italiano: la maggiore concentrazione è in Lombardia con oltre 38mila, seguita da Veneto e Emilia Romagna; mentre per quanto riguarda l’energia prodotta la Puglia con i suoi circa 1685MW si pone al primo posto. Le stime per l’anno 2013 parlano di oltre 13mila MW che proiettano l’Italia al primo posto della classifica mondiale, per messa in esercizio di tale potenza energetica.

Siamo convinti che il nostro Paese, da sempre baciato dal sole, debba continuare sulla strada intrapresa considerando i risultati raggiunti solo un punto di partenza e incoraggiando, anche attraverso incentivi economici, lo sviluppo di una rete fotovoltaica efficiente sul tutto il territorio nazionale.