http://i-think-italia.it/category/magazine/dirittialfuturo/

I più felici e i più tristi del mondo

10/09/2013

I più felici e i più tristi del mondo-1

E’ appena stato pubblicato il secondo World Happiness Report redatto dal Sustainable Development Solutions Network (SDSN) delle Nazioni Unite. Su 155 stati censiti, l’Italia si piazza al 45esimo posto, in netto crollo rispetto alla 28esima posizione ottenuta nella precedente versione del Rapporto. Pubblicato per la prima volta nel 2012, quest’anno il documento si è arricchito di dettagli paese per paese e di indicazioni utili per i policy-maker.

In vetta alla classifica mondiale restano i paesi del Nord-Europa: Danimarca, Norvegia, Svizzera, Olanda, Svezia. A seguire: Canada, Finlandia, Austria, Islanda, Australia. Israele occupa l’11esimo posto, gli Stati Uniti il 17esimo (superati per un soffio addirittura dal vicino Messico!). Nelle ultime posizioni, la drammatica conferma dei paesi più poveri e dilaniati da conflitti sanguinosi: Ruanda, Burundi, Benin, Togo. Le ultime trenta posizioni sono totale appannaggio degli stati africani.

Fra gli autori del Report, esperti internazionali di economia, psicologia, statistica, convinti che il progresso di una nazione si misuri anche attraverso il benessere espresso della sua popolazione in termini non esclusivamente materiali. Fra gli editors compaiono le firme illustri di John F. Helliwell (University of British Columbia e Canadian Institute for Advanced Research), Lord Richard Layard (Well-Being Programme, LSE’s Centre for Economic Performance) e Jeffrey D. Sachs (Columbia University, direttore del SDSN e Special Advisor per il Segretariato Generale delle Nazioni Unite).

 

C. Cirillo