http://i-think-italia.it/category/magazine/nuovomondo/

Il meglio del 2013

02/01/2014

Il meglio del 2013-1

Con l’inizio di un nuovo anno, è buona prassi fare bilanci e stilare classifiche. La rivista The Scientist ha composto diverse top ten per il 2013, individuando i ricercatori più brillanti, le invenzioni più innovative, i flop più eclatanti.

Fra i prodotti più interessanti la giuria elenca, per esempio, un mini-microscopio a fluorescenza che permette di studiare l’attività neuronale anche su cavie di piccola taglia, senza causare loro alcun danno e senza influire sulla loro libertà di movimento. Pesa 2 grammi e può essere impiantato o rimosso con facilità, per esempio, dal cranio dei roditori su cui viene impiegato per studiare le caratteristiche neuronali della demenza a livello dell’ippocampo. Nel settore clinico, una delle novità a maggiore impatto è stato un test semplice, che non prevede il ricorso ad un laboratorio di analisi esterno e che permette di evitare terapie superflue ed eccessivamente aggressive. Aiuta il medico a stabilire il rischio di recidiva in pazienti con diagnosi di tumore della mammella. Ha un impatto diretto su decisioni fondamentali come quella di proseguire o meno ulteriori cicli di chemio o di terapia radiante. Inoltre, in virtù della quantità di informazioni biologiche che riesce a catturare e a processare, il test è in grado di identificare il sottotipo di tumore meglio di qualunque altro sistema finora utilizzato nella pratica clinica.

Per quel che riguarda invece gli ambiti di ricerca e di applicazione della ricerca che nel 2013 si sono dimostrati più promettenti, The Scientist ricorda, fra tante, le novità che riguardano i cosiddetti organoidi, la procreazione assistita e l’utilizzo di stampanti laser a 3D.

Infine, come non ricordare gli scienziati premiati nel 2013 con riconoscimenti prestigiosi come i premi Lasker e Nobel.