http://i-think-italia.it/category/magazine/dirittialfuturo/

Il plauso di I-Think alla vincitrice del Premio Ilaria Alpi 2013

10/09/2013

Il plauso di I-Think alla vincitrice del Premio Ilaria Alpi 2013-1
Il Premio Ilaria Alpi 2013 per la migliore inchiesta televisiva italiana di web-tv è andato alla giornalista di La Repubblica Vittoria Iacovella, con il servizio “Vaccinati a morte“, sui rischi causati dai tempi e dalle modalità sbagliate con cui sono stati somministrati i vaccini in ambito militare.
L’inchiesta parte dalla drammatica vicenda del Caporal maggiore capo dell’esercito italiano, Erasmo Savino, morto giovanissimo per un tumore sviluppato come conseguenza di un mix di vaccini fatti troppo in fretta, seguiti dall’esposizione all’uranio impoverito durante il servizio prestato a lungo in Kosovo. La testimonianza del maggiore, di fronte alla Commissione parlamentare d’inchiesta per l’uranio impoverito del Senato, a suo tempo ha costituito una coraggiosa e straziante denuncia.
A supporto della sua inchiesta, la giornalista ha intervistato numerosi medici ed esperti tra i quali il prof. Antonio Giordano, direttore dello Sbarro Institute di Philadelphia e socio fondatore di I-Think. Giordano, nell’apprendere l’aggiudicazione del premio da parte della Iacovella, ha dichiarato: “Mi complimento con la dott.ssa Iacovella per il premio ricevuto. La sua inchiesta ha sollevato un tema importante: quello dell’abuso nella somministrazine dei vaccini in tempi troppo ravvicinati che mi auguro non venga sottovalutato ne’ dimenticato. Sarebbero ancora 3500 i militari ancora monitorati e circa 200 quelli morti a causa dell’uranio impoverito”.
C. Cirillo