http://i-think-italia.it/category/magazine/nuovomondo/

Quanto sudano gli atleti

12/10/2012

Quanto sudano gli atleti-1

Ha destato notevole interesse nella stampa internazionale specializzata la scoperta fatta dai ricercatori dell’Istituto dei Materiali per l’Elettronica e il Magnetismo (IMEM-Cnr) di Parma: un sensore elettrochimico basato su fibra tessile per la misurazione direttamente in ambiente liquido della concentrazione salina.

Funziona come un transistor e può essere applicato alla caratterizzazione del sudore umano nelle prestazioni sportive. La sua configurazione è completamente compatibile e integrabile in un tessuto standard, mantenendo le caratteristiche di flessibilità e resistenza della normale fibra di cotone. Le sue qualità strutturali e di sensitività e il basso costo possono trovare applicazione in ambito sportivo e medicale. Infatti la capacità di monitorare la concentrazione salina nel sudore umano è cruciale per determinare le condizioni atletiche e di salute in gara. Inoltre, la possibilità di misurare oggettivamente la disidratazione in ambito di attività usuranti potrà trovare interessanti ed utili applicazioni anche nel mondo del lavoro.

Gli studi sono ora orientati a confrontare i parametri fisiologici (battito cardiaco, respirazione, ecc.) con misure in tempo reale della concentrazione salina del sudore.

Verranno poi valutate ulteriori applicazioni, ad esempio in pazienti non coscienti, per i quali la rivelazione di condizioni di disidratazione può essere particolarmente critica.

Scarica qui l’articolo originale, “Single Cotton Fiber Organic Electrochemical Transistor for Liquid Electrolyte Saline Sensing” e leggi l’intervista realizzata da Chemistry World Magazine ad uno degli autori, Nicola Coppedè.