http://i-think-italia.it/category/magazine/globuliverdi/

Rinnovabili, Google punta sull’eolico e lancia la wind farm

22/02/2013

Rinnovabili, Google punta sull’eolico e lancia la wind farm-1

È stata indicata da Greenpeace come l’azienda del settore hi-tech più green e continua a puntare sulla sostenibilità ambientale investendo in energia pulita. È Google, il colosso di Mountain View leader tra i motori di ricerca, che ha deciso di spendere a partire dallo scorso dicembre 200 milioni di dollari per la realizzazione di un progetto energetico innovativo.

Si tratta di una mega wind farm, un impianto eolico di ultima generazione, in grado di produrre circa 161 megawatt grazie a 70 turbine Siemens da 2.3 megawatt l’una. La centrale è stata installata a 35km dalla città di Amarillo in Texas e alimenterà direttamente i server di Google localizzati in Texas e in New Mexico. Attualmente i motori di ricerca di Google realizzano ogni giorno oltre un miliardo di ricerche e impiegano costantemente 260 milioni di watt.

L’impianto si aggiunge all’elenco di progetti sostenuti da Google nel campo della sostenibilità per una produzione energetica totale di 2 gigawatt, sufficienti ad alimentare 500mila case o tutte le scuole pubbliche elementari degli stati di New York, Oregon e Wyoming per un intero anno.

Il progetto è realizzato da EDF Renewable Energy, azienda capofila nel settore delle rinnovabili con oltre 50 progetti di sviluppo sostenibile in corso, di cui Google è il principale investitore subito dopo le istituzioni finanziarie, il che lancia immaginare la presenza di un forte interesse economico a investire nell’eolico, oltre alla motivazione ambientale.

L’auspicio che è altre aziende del peso di Google possano seguirne l’esempio e dedicare maggiore attenzione all’ambiente. L’iniziativa del gigante americano dimostra che per essere innovatori non ci si deve limitare a produrre beni o servizi che portano sul mercato l’attributo della novità, ma bisogna lavorare su ogni singolo aspetto organizzativo per costruire una vera cultura dell’innovazione.